Ogni 8 marzo facciamo il resoconto dell’anno, passando in rassegna tutti i progressi fatti in materia di uguaglianza, chiedendoci se abbiamo fatto qualcosa per rendere questo mondo almeno un po’ più inclusivo verso le donne--nostre madri, sorelle, figlie… Dedichiamo un minuto alla riflessione sul significato di questa ricorrenza e sul perché è così importante.

LE ORIGINI|

Ben 110 anni fa, nel 1908, 15.000 donne marciarono per New York per rivendicare i loro diritti. Due anni dopo, nel 1910, Clara Zetkin, militante del Partito Socialdemocratico tedesco, propose che si celebrasse annualmente la Giornata Internazionale della Donna. Così ebbe origine tale ricorrenza.

 

La marcia delle donne. New York, 1908.

La marcia delle donne. New York, 1908.

 

LA PRIMA CELEBRAZIONE|

La Festa delle Donne venne celebrata per la prima volta il 18 marzo del 1911. Due anni dopo la festività venne spostata all’8 marzo, data che mantiene tuttora.

 

Clara Zetkin, la fondatrice della Festa delle Donne.

Clara Zetkin, la fondatrice della Festa delle Donne.

 

IL PROPOSITO|

La Festa delle Donne venne istituita col proposito di rendere il mondo più inclusivo nei confronti delle donne, di riconoscerne i diritti, così come di celebrare la sua contribuzione all’umanità.

 

IL RICONOSCIMENTO|

L’8 marzo del 1975 è la data in cui le Nazioni Unite cominciarono a celebrare la Giornata Internazionale delle Donne.  

 

Le Nazioni Unite

 

IL TEMA DEL 2018|

Sapevi che ogni anno dal 1996 le Nazioni Unite attribuiscono un tema specifico alla Festa delle Donna? Quest’anno è il progresso —  #TimeIsNow è il suo motto. Perché abbiamo bisogno di un futuro migliore, pieno di amore, pace e speranza. Per tutti. Fai il passaparola usando le etichette #PressForProgress e  #TimeIsNow nelle reti sociali

 

IL SIMBOLO|

Come celebriamo questa festa nel mondo? Per esempio, in Italia c’è la tradizione di regalare alle donne un mazzo di mimose, di cui il colore simbolizza la speranza.

Quest’anno Pantone ha selezionato la tonalità 'porpora violacea' — ovvero l’Ultra Violet — quale colore dell’anno. Non solo esso simbolizza la capacità personale di esprimere la propria originalità, questo colore è storicamente connesso al movimento di emancipazione femminile; tale nesso è stato cristallizzato dal premiato romanzo dell’autrice Alice Walker: “Il colore viola”.

Alla luce del recente scandalo hollywoodiano, questa e altre notizie (come per esempio il fatto che il movimento #MeToo si sia aggiudicato il titolo della Persona dell’Anno della rivista Time) mostrano una positiva inversione di rotta a livello mondiale: Contrariamente all’obsoleta e ingiusta tendenza di colpevolizzare la vittima, così comune in passato, oggi chi soffre la discriminazione di genere gode di un sostegno a dir poco incredibile, il quale fa presagire tempi migliori.

 

Pantone 2018 - Ultra Violet


Vuoi sentirti partecipe della festa facendo il regalo più significativo di tutti alla donna della tua vita? Dài un’occhiata alla nostra Guida Regalo a tema.