Ci sono quelli che celebrano il giorno di San Valentino perché lo considerano un’occasione genuina per mostrare tutto quell’amore che hanno celato durante l’anno; altri, invece, la considerano una festa innecessaria. Qualsiasi sia il tuo punto di vista, ti invitiamo a scoprire la misteriosa storia del Santo che diede nome al 14 di febbraio.

 Tanto, tantissimo tempo fa Roma era governata dal crudele Claudio il Gotico, un imperatore d’animo eccezionalmente bellico, che proibì la celebrazione dei matrimoni, convinto che i giovani celibi fossero migliori soldati. Ciononostante —  dato che ogni storia ha bisogno di un eroe positivo e la nostra non sarà un’eccezione— il vescovo di Terni, di nome Valentino, sfidò, seppur segretamente, il divieto dell’imperatore, e cominciò quindi a sposare le giovani coppie di nascosto. Purtroppo, le pie azioni del prelato giunsero alle orecchie di Claudio, il quale dapprima imprigionò e di seguito martirizzò Valentino.

Mentre era ancora in prigione, il carceriere di Valentino chiese a quest’ultimo di guarire sua figlia cieca. Stando alla leggendo, il Santo riuscì a restituire la vista alla figlia del secondino Asterio, e diventò anche suo amico. Poco prima di essere decapitato, il gentile vescovo scrisse una nota alla sua amica, firmandola “Dal tuo Valentino”.

Per completare il quadro, eccoti altri tre fatti che devi assolutamente sapere sul giorno degli innamorati:

I. Prima che il Cristianesimo si sostituisse al paganesimo, il 15 febbraio era il uno dei giorni in cui gli antichi romani festeggiavano la festa della fertilità, chiamata Lupercalia.

II. Gelasio fu il Papa che stabilì nel 496 d.C. che il 14 febbraio si dovesse celebrare il giorno di San Valentino.

III. In realtà, ci furono ben tre proto martiri cristiani di nome Valentino che vissero nel III secolo. Difatti, a quale dei tre va con certezza attribuita la storia è ancora un mistero, anche se l’ipotesi ritenuta più probabile è proprio quella del vescovo di Terni.

 

È chiaro che la storia originale non ha nulla da spartire con la languida interpretazione contemporanea di questa celebrazione, tuttavia è proprio la sua essenza iniziale che rafforza la necessità di festeggiare l’amore, che esso sia romantico, o Cristiano.

Rimani con noi—non perderti il post della settimana prossima, dedicato alle migliori idee regalo per celebrare l’amore Cristiano.