In Europa impariamo a conoscere il Giorno del Ringraziamento grazie ai film americani. Le associazioni più comuni sono quelle con un banchetto festoso, con tanto di tacchino ripieno. Tuttavia, ci sono altre cosa da sapere su questa festività tutta all’americana: scopri qui il suo significato.  

 

I. George Washington, il primo presidente degli Stati Uniti, fu il primo a proclamare questa celebrazione tanto amata dagli americani il 3 ottobre del 1789. La storia di questa tradizione può ricondursi all’anno 1620, quando il misero raccolto ha dimezzato le fila dei pellegrini. Per evitare che una tragedia simile ricapitasse, la tribù locale dei Wampanoag ha insegnato ai pellegrini a coltivare il mais, i fagioli e le zucche. Inoltre fu insegnato ai nuovi arrivati l’arte della pesca. L’anno successivo, i Nativi hanno celebrato assieme ai rifugiati inglesi il buon raccolto, dando così origine al Giorno del Ringraziamento.

 

II. Non fu prima del 1863 quando il Ringraziamento è stato dichiarato festa nazionale e fissato all’ultimo giovedì di novembre per ordine di Abraham Lincoln.

 

III. Un altro evento importante connesso con questa festività è la cosiddetta “Macy's Thanksgiving Day Parade”, ideata dalla prima generazione di migranti europei assunti dalla grande catena di distribuzione Macy’s, appunto.

IV. Che ne dite invece del “Perdono del Tacchino”? Beh, questa è una tradizione davvero curiosa che si tiene alla Casa Bianca, quando il presidente degli Stati Uniti “perdona” il tacchina del Ringraziamento, liberandolo in questo modo dal rischio di venire mangiato.

 

Divertimento a parte, dedichiamo questo giorno alla gratitudine. Che ogni giorno si possa ringraziare tutti quelli che ci amano e ci aiutano, la famiglia e gli amici. Infine, siamo più cordiali e più inclusivi. “Ama il tuo prossimo come ami te stesso.”