La sua festa si celebra il 17 di marzo, in concomitanza con il giorno della sua morte. Nonostante San Patrizio sia il patrono dell’Irlanda, la celebrazione a lui dedicata ha ormai assunto un carattere mondiale. Pur essendo questa un’ottima scusa per prendersi una Guinness con gli amici, c’è parecchio da raccontare sul santo che unisce nella gioia tutto il mondo cristiano per un giorno.

 

UN PAIO DI FATTI SU DI LUI|

San Patrizio nacque nel 385 d.C. in Bretagna. In realtà, non si chiamava affatto Patrizio, bensì Maewyn Succat. Decidette di cambiare il suo nome a Patrizio — dal latino “pater”, ossia padre — solo dopo aver ricevuto la sua formazione religiosa.

Cosa c’entra con l’Irlanda? Da adolescente, Maewyn fu catturato da dei pirati che lo portarono in Irlanda dove fu costretto a lavorare come schiavo per ben sei anni. Fortunatamente, riuscì a scappare e, dopo essere tornato in Bretagna, si iniziò alla vita ecclesiastica.

 

DIVENTARE MISSIONARIO|

Stando alle sue confessioni, Patrizio ebbe delle visioni in cui Dio lo incitava a tornare in Irlanda con una missione  — quella di convertire i pagani al Cristianesimo — che il futuro santo riuscì a portare a termine con successo. Dedicò, infatti, tutto il suo apostolato in Irlanda all’evangelizzazione dell’isola, la quale era allora ancora per lo più pagana. Il suo operato fu tanto efficace che I’Irlanda continua tuttora ad essere un paese molto cattolico.

 

PERCHÉ IL TRIFOGLIO?|

Nonostante non ci siano fonti che lo confermino, si dice che San Patrizio abbia usato il trifoglio quale simbolo della religione cattolica per la presenza di tre fogli, che rappresentano la Trinità. Il color verde della pianta è perciò fortemente legato a questa festa.

 

San Patrizio con il Trifoglio

San Patrizio con il Trifoglio.

 

LA FESTA NAZIONALE|

Il giorno di San Patrizio è stato per la prima volta celebrato nel 1903, l’anno in cui acquisì lo status di solennità nazionale in Irlanda.

 

IL PATRONATO|

La protezione di San Patrizio supera i confini dell’Irlanda per estendersi anche alla Nigeria, Boston e Murcia (Spagna).Viene anche considerato il patrono degli ingegneri e protettore contro i serpenti. Quest’ultimo dettaglio è dovuto alla credenza secondo la quale San Patrizio avrebbe scacciato i serpenti dall’isola. Più che un fatto reale, è probabile che essa stia a significare lo sradicamento del paganesimo per mano del vescovo.

 

CHE NE È DELLA QUARESIMA?

Poche sono le eccezioni alla regola permesse durante la stagione quaresimale, ma la festa di San Patrizio è una di quelle. Coloro che osservano la solennità, infatti, si vedono sollevati dall’obbligo di rispettare le privazioni imposte dalla Quaresima.

 

Questa gioiosa festa ci permette di sentirci un po’ irlandesi. Addirittura, da un paio di anni a questa parte il Colosseo si tinge di verde per onorare il Santo evangelizzatore.

 

Colosseo tinto di verde - Festa di San Patrizio

Colosseo tinto di verde - Festa di San Patrizio

 

Non dimenticare di fare gli auguri a tutte le Patrizie e Patrizi che conosci e dài un’occhiata alla nostra medaglia di San Patrizio. Il santo è sovente rappresentato mentre calpesta i serpenti. Tra i suoi attributi inoltre figurano la pastorale e le sacre scritture.

Medaglia di San Patrizio

Medaglia di San Patrizio.