Il suo merito non è stato solo quello di aver dato il nome all’isola dove Napoleone trascorse i suoi anni di esilio, Sant’Elena è celebre per aver contribuito alla diffusione del Cristianesimo e, in maniera indiretta, anche all’estensione della libertà di culto ai cristiani nell’Impero Romano.


I. Sant’Elena, nata Flavia Iulia Helena in Bitinia (attuale Turchia) verso il 250. È morta nel 329 circa.


II. È madre del primo Imperatore Romano Cristiano, Costantino I il Grande, ideatore dell’Editto di Milano, documento che sanciva la tolleranza verso i Cristiani.


III. Costanzio Cloro, suo consorte e padre di Costantino, l’ha ripudiata nel 289 per poter contrarre matrimonio con una nobildonna. Essendo di umili natali, Elena non costituiva un buon partito per il futuro Cesare.
Più tardi, però, verrà nobilitata da suo figlio, che, ormai divenuto Imperatore, le conferirà il titolo di Augusta.


IV. Sant’Elena ha dato un’importante spinta alla diffusione del Cristianesimo, facendo costruire diverse chiese su luoghi che ebbero un importante significato nella vita di Cristo, e che corrispondono, in particolare, alle tappe fondamentali della sua Passione. In questo modo, fece erigere la Chiesa della Natività e la Chiesa del Pater Noster, sul Monte degli Ulivi, rispettivamente il luogo di nascita e di ascensione del Messia.


V. Si crede che Elena abbia ritrovato la Vera Croce, quella su cui fu crocifisso Gesù. Proprio dopo questa scoperta la croce cominciò a diffondersi como simbolo dei cristiani. Si dice, inoltre, che durante il suo pellegrinaggio in Terra Santa abbia recuperato delle altre reliquie risalenti alla Passione di Cristo. Da lei trasportate a Roma, sono tuttora custodite nella Basilica di Santa Croce in Gerusalemme.
Sul luogo del ritrovamento della Croce è stata edificata la Croce del Santo Sepolcro.


VI. La sua ricorrenza cade il giorno 18 agosto. È la patrona delle cose perse, convertiti, matrimoni difficili, ecc.


Una delle quattro cappelle della cupola di San Pietro ospita le reliquie della croce, fatte portare nell’Urbe da Elena stessa. La Santa è qui rappresentata da una grandiosa statua in marmo, mentre è intenta a sorreggere la Vera Croce.
Clicca qui per vedere le nostre medaglie dedicate a questa Santa.